Le lingue della malattia, le voci della cura
Un dialogo polifonico tra medici e pazienti


M
ercoledì 14 giugno
Villa Raby – OMCeO Torino
Corso Francia 8
18.00-20.30

Scarica la locandina / Scarica il programma

Iscrizioni: Carlotta Vibi – Ufficio Stampa Remedia ufficiostampa.remedia@gmail.com

 

Accreditato ECM medici – odontoiatri e psicologi

3,6 crediti

L’evento ha lo scopo di illustrare le attività del gruppo di ricerca Remedia – lingua medicina malattia, nato all’interno del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Torino, e di presentare la sua prima pubblicazione, Le lingue della malattia (Mimesis 2016).

Per l’occasione abbiamo chiesto a professionisti, operatori e familiari, che vivono a diverso titolo il mondo della medicina e della cura, di raccontare il rapporto che hanno con le parole, affidando a ciascuno un tema caratterizzante. L’assunto che anima l’evento – la lingua come punto di vista privilegiato per la conoscenza dell’uomo – guiderà le riflessioni dei relatori con l’obiettivo di delineare un itinerario di confronto, dialogo e ascolto tra contesti che, sebbene liminari, nella crescente complessità dei sistemi non necessariamente si conoscono e si comprendono.

L’evento dà diritto all’acquisizione di 3,6 crediti ECM per medici – odontoiatri e psicologi affronterà 1. il rapporto fondamentale che lega la medicina alla parola e al linguaggio, sia come mezzo di comunicazione nella relazione di cura sia come strumento d’espressione di un sapere; 2. la contestualizzazione di alcune tra le principali criticità legate alla comunicazione medico-paziente; 3. le problematiche relative all’interazione tra differenti figure professionali e familiari, in tutte le fasi della malattia; 4. la necessità di avvicinare i servizi al contesto di vita della persona bisognosa di cura.

 

Programma

 

Ore 17.30 Registrazione partecipanti

Ore 18.00 Saluti delle Autorità

Introduzione: Prof.ssa Raffaella Scarpa – Docente Linguistica medica e clinica Università di Torino

La parola…

narrante – Giorgio Bert (medico, co-fondatore Slow Medicine)
La medicina come esperienza di narrazione

ri-animata – Paolo Donadio (Dipartimento Anestesia e Rianimazione, Direttore Struttura Complessa)
L’importanza della comunicazione prima dell’addormentamento

veritiera – Elvira Larizza (oncoematologo, già Responsabile del Dipartimento di Oncologia ospedale Amedeo di Savoia)

La comunicazione della “verità” in oncologia

memorabile – Giuliano Maggi (già Primario della Chirurgia Toraco-Polmonare Ospedale San Giovanni Battista)
L’esperienza di 60 anni di professione medica

esasperata – Arianna Porzi (presidente Angsa Torino)
L’esperienza dei familiari

complessa – Carlo Romano (Direttore distretto Asl Città di Torino)
La comunicazione sempre più sclerotizzata dei sistemi complessi

sconcertante – Maria Emilia Seira Ozino (counsellor sistemico e consulente associazioni autismo)

meglio la complessità o l’ipersemplificazione?

garante del diritto – Maria Grazia Breda (presidente Fondazione Promozione Sociale)
L’importanza delle definizioni per ottenere le prestazioni previste dalla normativa

mancante – Roberto Keller (psichiatra, Centro pilota Regione Piemonte Disturbi spettro autistico in età adulta DSM ASL Città di Torino)
Il dialogo senza parole

Dibattito.

Al termine dell’incontro sarà offerto un buffet

Responsabile scientifico  Raffaella Scarpa

Organizzazione e progetto Rosa Revellino, Sara Boggio

 

Segreteria organizzativa
Carlotta Vibi – Ufficio Stampa Remedia
ufficiostampa.remedia@gmail.com
Per informazioni telefoniche: 3356410331

 

Print Friendly
Recent Posts
Contattaci

Scrivi alla segreteria per qualsiasi informazione, ti sarà inviata una mail di risposta non appena possibile. Grazie!

Not readable? Change text. captcha txt
19giu2017segnodispunta 3