AIUTATECI A DARE UN FUTURO ALL’AMBULATORIO PER I DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO IN ETA’ ADULTA ASL TO2, SOTTOSCRIVENDO LA PETIZIONE SULLA SEGUENTE INTERROGAZIONE:

Chiediamo informazioni in merito all’attuale funzionamento dell’Ambulatorio per i Disturbi dello Spettro Autistico in età adulta: orari, servizi, personale, equipe medica e le sue prospettive rispetto agli indirizzi dell’Atto aziendale ASL TO2

PREMESSO CHE

dal 2009 il Dipartimento di Salute Mentale della ASL TO2 si è dotato di un ambulatorio territoriale che si occupa in modo specifico dei Disturbi dello spettro autistico in età adulta. L’iniziativa dell’ASL TO 2 ha attuale valenza sovrazonale, infatti, con il contributo della ASL TO1, copre dal giugno 2013 le esigenze dell’intera Città di Torino.
“Questo ambulatorio è un progetto innovativo che offre ai Centri di Salute Mentale di Torino, agli Utenti, alle Famiglie e ai Servizi Sociali dell’intera città un centro di riferimento e di consulenza specialistica per valutazione, diagnosi e orientamento al progetto di intervento – commenta l’allora Direttore generale ASL TO2, Dott. Maurizio Dall’Acqua – rappresentando anche una razionalizzazione di risorse altrimenti disperse”. “L’attivazione definitiva dell’ambulatorio segue al periodo di attività pilota già iniziato sin dal 2009 nell’ASL TO 2 e recepisce le indicazioni del Tavolo Autismo del Ministero della Salute, delle Linee di indirizzo della Regione Piemonte del 2009 e della Conferenza Stato Regioni del 2012 – conclude il dott. Dall’Acqua – nonché le richieste di tutte le Associazioni dei Familiari”.
(…)
Continuità terapeutica e assistenziale sono le parole d’ordine del servizio della ASL TO 2, nell’ottica del pieno rispetto della persona, del suo valore e della sua Famiglia. Attivo da giugno 2013 su tutta la città di Torino, l’ambulatorio ASL TO 2, in cui operano Specialisti psichiatri e psicologi, ha sede presso il CSM ASL TO 2 di Corso Francia 73 a Torino (tel. 011-4336129) è aperto il martedì dalle ore 15 alle 17 e il mercoledì in orario 9-13/14-17 ed è accessibile su invio dei Centri di Salute Mentale competenti per residenza, ai quali verrà restituita una valutazione specialistica e garantito l’eventuale supporto consulenziale.
Fonte: ASL TO2

CONSIDERATO CHE

“questo ambulatorio è stato inaugurato nel 2009. Inizialmente il dottor Roberto Keller, psichiatra che lo gestisce con competenza e professionalità, avrebbe dovuto occuparsi dei pazienti autistici adulti facenti capo alla sola ASL TO2 della città. A tal fine gli furono assegnate 10 ore. A giugno del 2013 si decise di allargare l’esperienza anche all’ASLTO1. Le ore a disposizione del dottor Keller rimasero 10, ma gli fu affiancata una psicologa per 5 ore. Nel mese di marzo 2014, poi, dopo l’approvazione di una specifica Delibera di Giunta Regionale sull’autismo, si decise che l’ambulatorio – visti i buoni risultati conseguiti – avrebbe dovuto estendere il suo intervento su base regionale (in aggiunta alle ASL 1 e 2 di Torino). Le ore assegnate, però – può sembrare incredibile ma è così – rimasero 10 per la componente medica e 5 per quella psicologica!
Nonostante le naturali perplessità e le rimostranze (espresse in tutte le sedi), questo quadro è, ad oggi, settembre 2015, rimasto sostanzialmente immutato, salvo un lieve aumento delle ore a disposizione del dottor Keller, divenute circa 15 a settimana. La prima conseguenza è il formarsi di lunghissime, intollerabili (per lo meno per chi sa un minimo di autismo) liste di attesa: esse, per una prima visita, hanno tempi di circa un anno e sono cento le famiglie che in questo momento attendono di avere un riscontro! Faccio notare, per finire, che stime del 2011 parlano (prudentemente) di 16.000 autistici che vivono in Piemonte! A questo punto appare evidente come tale situazione ponga gravissimi problemi a persone le cui condizioni medico-sanitarie (nonché psicologiche) non possono tollerare ritardi di questa entità. Se si vuole creare un centro regionale all’altezza della sfida, bisogna dotarlo di risorse minime adeguate e farlo concretamente, anziché a parole!”
Fonte www.superando.it – Prof. Gianfranco Vitale

CHIEDIAMO

informazioni in merito all’attuale funzionamento dell’Ambulatorio regionale per i Disturbi dello Spettro Autistico in età adulta diretto dal dott. Roberto Keller – orari, servizi, personale impiegato, equipe medica di riferimento – e le prospettive dello stesso Ambulatorio rispetto agli indirizzi dell’Atto aziendale dell’ASL TO2, di imminente approvazione.
Attualmente l’Ambulatorio è un servizio utile e molto prezioso per le tantissime famiglie piemontesi con un figlio adulto con autismo. Pertanto i Firmatari della presente, chiedono che siano dati riscontri puntuali e coerenti con il ruolo attuale e futuro dell’Ambulatorio che, come risaputo, rientra nelle prestazioni sanitarie esigibili, secondo la Legge 833/1978.
Data l’importanza del servizio, sollecitiamo ai sensi e per gli effetti della Legge 241/1990 una urgente risposta scritta e richiediamo nel contempo l’intervento del Difensore civico.

Questa petizione è stata lanciata da Autismo e Società Onlus (http://www.autismoesocieta.org/)

Puoi partecipare a questa petizione al seguente link: https://www.change.org/p/egr-sergio-chiamparino-presidente-regione-piemonte-egr-mauro-laus-presidente-consiglio-regionale-egr-antonio-saitta-assessore-alla-sanit%C3%A0-e-lea-regione-piemonte-egr-domenico-ravetti-presi-chiediamo-informazioni-in-merito-all-attuale-funzi?recruiter=387514292&utm_source=share_petition&utm_medium=copylink

 

Print Friendly, PDF & Email
Recent Posts
Contattaci

Scrivi alla segreteria per qualsiasi informazione, ti sarà inviata una mail di risposta non appena possibile. Grazie!

Not readable? Change text. captcha txt