AIUTATECI A DARE UN FUTURO ALL’AMBULATORIO PER I DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO IN ETA’ ADULTA ASL TO2, SOTTOSCRIVENDO LA PETIZIONE SULLA SEGUENTE INTERROGAZIONE:

Chiediamo informazioni in merito all’attuale funzionamento dell’Ambulatorio per i Disturbi dello Spettro Autistico in età adulta: orari, servizi, personale, equipe medica e le sue prospettive rispetto agli indirizzi dell’Atto aziendale ASL TO2

PREMESSO CHE

dal 2009 il Dipartimento di Salute Mentale della ASL TO2 si è dotato di un ambulatorio territoriale che si occupa in modo specifico dei Disturbi dello spettro autistico in età adulta. L’iniziativa dell’ASL TO 2 ha attuale valenza sovrazonale, infatti, con il contributo della ASL TO1, copre dal giugno 2013 le esigenze dell’intera Città di Torino.
“Questo ambulatorio è un progetto innovativo che offre ai Centri di Salute Mentale di Torino, agli Utenti, alle Famiglie e ai Servizi Sociali dell’intera città un centro di riferimento e di consulenza specialistica per valutazione, diagnosi e orientamento al progetto di intervento – commenta l’allora Direttore generale ASL TO2, Dott. Maurizio Dall’Acqua – rappresentando anche una razionalizzazione di risorse altrimenti disperse”. “L’attivazione definitiva dell’ambulatorio segue al periodo di attività pilota già iniziato sin dal 2009 nell’ASL TO 2 e recepisce le indicazioni del Tavolo Autismo del Ministero della Salute, delle Linee di indirizzo della Regione Piemonte del 2009 e della Conferenza Stato Regioni del 2012 – conclude il dott. Dall’Acqua – nonché le richieste di tutte le Associazioni dei Familiari”.
(…)
Continuità terapeutica e assistenziale sono le parole d’ordine del servizio della ASL TO 2, nell’ottica del pieno rispetto della persona, del suo valore e della sua Famiglia. Attivo da giugno 2013 su tutta la città di Torino, l’ambulatorio ASL TO 2, in cui operano Specialisti psichiatri e psicologi, ha sede presso il CSM ASL TO 2 di Corso Francia 73 a Torino (tel. 011-4336129) è aperto il martedì dalle ore 15 alle 17 e il mercoledì in orario 9-13/14-17 ed è accessibile su invio dei Centri di Salute Mentale competenti per residenza, ai quali verrà restituita una valutazione specialistica e garantito l’eventuale supporto consulenziale.
Fonte: ASL TO2

CONSIDERATO CHE

“questo ambulatorio è stato inaugurato nel 2009. Inizialmente il dottor Roberto Keller, psichiatra che lo gestisce con competenza e professionalità, avrebbe dovuto occuparsi dei pazienti autistici adulti facenti capo alla sola ASL TO2 della città. A tal fine gli furono assegnate 10 ore. A giugno del 2013 si decise di allargare l’esperienza anche all’ASLTO1. Le ore a disposizione del dottor Keller rimasero 10, ma gli fu affiancata una psicologa per 5 ore. Nel mese di marzo 2014, poi, dopo l’approvazione di una specifica Delibera di Giunta Regionale sull’autismo, si decise che l’ambulatorio – visti i buoni risultati conseguiti – avrebbe dovuto estendere il suo intervento su base regionale (in aggiunta alle ASL 1 e 2 di Torino). Le ore assegnate, però – può sembrare incredibile ma è così – rimasero 10 per la componente medica e 5 per quella psicologica!
Nonostante le naturali perplessità e le rimostranze (espresse in tutte le sedi), questo quadro è, ad oggi, settembre 2015, rimasto sostanzialmente immutato, salvo un lieve aumento delle ore a disposizione del dottor Keller, divenute circa 15 a settimana. La prima conseguenza è il formarsi di lunghissime, intollerabili (per lo meno per chi sa un minimo di autismo) liste di attesa: esse, per una prima visita, hanno tempi di circa un anno e sono cento le famiglie che in questo momento attendono di avere un riscontro! Faccio notare, per finire, che stime del 2011 parlano (prudentemente) di 16.000 autistici che vivono in Piemonte! A questo punto appare evidente come tale situazione ponga gravissimi problemi a persone le cui condizioni medico-sanitarie (nonché psicologiche) non possono tollerare ritardi di questa entità. Se si vuole creare un centro regionale all’altezza della sfida, bisogna dotarlo di risorse minime adeguate e farlo concretamente, anziché a parole!”
Fonte www.superando.it – Prof. Gianfranco Vitale

CHIEDIAMO

informazioni in merito all’attuale funzionamento dell’Ambulatorio regionale per i Disturbi dello Spettro Autistico in età adulta diretto dal dott. Roberto Keller – orari, servizi, personale impiegato, equipe medica di riferimento – e le prospettive dello stesso Ambulatorio rispetto agli indirizzi dell’Atto aziendale dell’ASL TO2, di imminente approvazione.
Attualmente l’Ambulatorio è un servizio utile e molto prezioso per le tantissime famiglie piemontesi con un figlio adulto con autismo. Pertanto i Firmatari della presente, chiedono che siano dati riscontri puntuali e coerenti con il ruolo attuale e futuro dell’Ambulatorio che, come risaputo, rientra nelle prestazioni sanitarie esigibili, secondo la Legge 833/1978.
Data l’importanza del servizio, sollecitiamo ai sensi e per gli effetti della Legge 241/1990 una urgente risposta scritta e richiediamo nel contempo l’intervento del Difensore civico.

Questa petizione è stata lanciata da Autismo e Società Onlus (http://www.autismoesocieta.org/)

Puoi partecipare a questa petizione al seguente link: https://www.change.org/p/egr-sergio-chiamparino-presidente-regione-piemonte-egr-mauro-laus-presidente-consiglio-regionale-egr-antonio-saitta-assessore-alla-sanit%C3%A0-e-lea-regione-piemonte-egr-domenico-ravetti-presi-chiediamo-informazioni-in-merito-all-attuale-funzi?recruiter=387514292&utm_source=share_petition&utm_medium=copylink

 

Print Friendly
Recent Posts
Contattaci

Scrivi alla segreteria per qualsiasi informazione, ti sarà inviata una mail di risposta non appena possibile. Grazie!

Not readable? Change text. captcha txt
autismosportello asperger_ home page